Scritture asemiche. Accademia di Belle Arti di Palermo

5.12.2019 / 15.01.2020

Libri d’Artista dalla Collezione dell’Accademia di Belle Arti di Palermo 
A cura di Francesco Aprile

Cristiano Caggiula,
Vittorino Curci,
Nicolò D’Alessandro,
Federico Federici,
Giovanni Fontana,
Marco Giovenale,
Mariangela Guatteri,
Egidio Marullo,
Carlo Monastra,
Giancarlo Pavanello,
Salvatore Salamone,
Martina Stella Continua a leggere

Pubblicato in 2019, Eventi, img | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Scrivere Disegnando | When Language Seeks Its Other [Centre d’Art Contemporain Genève]

Curated by Andrea Bellini and Sarah Lombardi

Centre d’Art Contemporain Genève
Rue des Vieux-Grenadiers 10
1205 Genève

EXHIBITION
29 January – 3 May 2020

OPENING
28 January 2020, 18.00

Scrivere Disegnando (“Writing by Drawing”) is an exhibition about writing and its double. Its aim is to look back over a number of practices, from the early twentieth century to the present day, in which writing leaves the function of communication behind and moves into the sphere of the uncommunicable, the unsayable. It sets out to explore the tension inherent in script, the way that it hovers between the genuinely semantic realm and the uncharted territory of mere arabesques, automatisms, repeated marks and scribbles. All of the works on view inhabit a special terrain vague in which the act of writing is more about “trying to say” than “saying” itself, more about potentialities of meaning than about signification, to paraphrase Giorgio Agamben. It is a kind of writing that sometimes verges on delirium; it is carried beyond meaning to become an existential self-affirmation, but it is also a fanciful metaphor for the world and its mysteries.

As the very first collaborative project between the Collection de l’Art Brut in Lausanne and the Centre d’Art Contemporain Genève, this exhibition brings together a diverse range of personalities: from “outsider” artists, some of whom carried out their work while institutionalized, all the way to “official” artists, some of whom played key roles in twentieth-century avant-garde and neo-avant-garde movements. [read more | continua la lettura]

Mariangela Guatteri, Asemic Erdkunden 01-02-03 (Collezione Giuseppe Garrera. Immagine dal catalogo Concreta 1 a cura di Sebastiano Triulzi, Diacritica Edizioni, Roma 2019)

With works by: Vincenzo Accame, Rosaire Appel, Tchello d’Barros, Roland Barthes, Gianfranco Baruchello, Tomaso Binga, Irma Blank, Nick Blinko, Alighiero Boetti, Marcia Brauer, Frédéric Bruly-Bouabré, Elijah Burgher, Axel Calatayud, Gaston Chaissac, Laura Cingolani, Guy de Cointet, Aloïse Corbaz, Dadamaino, Betty Danon, Hanne Darboven, Michel Dave, Michael Dean, Mirtha Dermisache, Emmanuel Derriennic, Jean Dubuffet, Giordano Falzoni, León Ferrari, Chiara Fumai, Pepe Gaitán, Jill Galliéni, Ryan Gander, Anne-Marie Gbindoun, Marco Giovenale, Rafael González, Josef Grebing, Mariangela Guatteri, Gustav, Elisabetta Gut, Brion Gysin, Emma Hauck, Takanori Herai, Joseph Heuer, Susan Hiller, Steffani Jemison, Carlo Keshishian, Annalies Klophaus, Maria Lai, Fabio Lapiana, Louise Lavallée-Tournay, Jürg Lehni, Dwight Mackintosh, Kunizo Matsumoto, Viviane Van Melkebebeeke, Reinhold Metz, Henri Michaux, Miriam Midley, Bruno Munari, JB Murray, Francis Palanc, Giulio Paolini, Luca Maria Patella, Enzo Patti, Jean Perdrizet, Nathalie Perrin, Laure Pigeon, Renata Prunas, Justine Python, Svetlana Rabey, Carmen Racovitza, Judit Reigl, Jane Ruffié, Valeri Scherstjanoi, Salome Schmuki, Greta Schödl, Luigi Serafini, Jeremy Shaw, Hélène Smith, Ivana Spinelli, Martina Stella, Lina Stern, Laurence Sterne, Barbara Suckfüll, Jenna Sutela, Cecil Touchon, Jeanne Tripier, Pascal Vonlanthen, August Walla, Robert Walser, Galaxia Wang, Melvin Way, and Adolf Wölfli.

Pubblicato in 2019, Eventi, img | Contrassegnato , , , , , , , , , , , ,

Poeti sulla luna [RAI Radio3 e Poesia n. 350]

Nel cinquantesimo anniversario dell’allunaggio, lo Spazio della poesia su RAI Radio3 e sul n. 350 della rivista Poesia.

20 luglio 2019. Nel cinquantesimo anniversario dell’allunaggio Radio3 dedica un’intera giornata alla poesia con “Poeti sulla Luna”, a cura di Maria Grazia Calandrone, un percorso che puntellerà le trasmissioni del 20 luglio 2019 con le voci di poeti contemporanei, tra i quali Valerio Magrelli, Vivian Lamarque, Moira Egan, Franco Buffoni e Gianmario Villalta solo per citarne alcuni, ai quali abbiamo chiesto di “esplorare le profondità possibili e ulteriori del contatto tra uomo e satellite, o raccontarci la propria esperienza di quella data rivoluzionaria. Una fusione di scienza, immaginazione, intuizione e memoria”.

Continua a leggere

Pubblicato in 2019, Media, snd | Contrassegnato , , , , , , | 1 commento

Asemic writing. Contributi teorici [Archimuseo Adriano Accattino, 2018]

“Si on veut voir, il faut se déshabituer à voir”

«Una ricerca che si muove in tale geografia muta e indivisa dal linguaggio può portare, con l’azione del gesto di uno “scrivere asemantico”, una modalità di vedere il mondo prendendosi la libertà di vederlo senza pensarlo. In sostanza si tratta di arrendersi al dispiegarsi del reale, al suo funzionamento, rinunciando alla solidità e alla memoria del conosciuto, e a tutto ciò che ostacola una relazione immediata, davvero in tempo reale, con la realtà. Questa resa ha tutta la forza necessaria per uscire dall’isolamento in cui di fatto si cade: una condizione di non- contatto, di separatezza, che si realizza quando si proietta sul guardato un’immagine pre-prodotta dalla mente. In tal modo il contatto è con l’immagine, non con ciò che si guarda (e si vede poco o nulla).

Il segno asemico ha in sé la tensione di questo vedere più chiaramente: senza condizioni interpretative, senza gesticolare intellettuale, al di là dell’ambiguità e del fraintendimento, che naturalmente si sciolgono quando è chiaro che questa è una geografia di privazioni, non arida ma ripulita.»

 

Asemic Writing - contributi teorici - copertina libro

Asemic writing. Contributi teorici (a cura di Francesco Aprile e Cristiano Caggiula), “Studi e scritture di Poesia Visiva Sperimentale”, n. 1, Ivrea, Archimuseo Adriano Accattino, 2018, edizione fuori commercio.

Contributi di Adriano Accattino, Francesco Aprile, Cristiano Caggiula, Elisa Carella, Federico Federici, Giovanni Fontana, Kiki Franceschi, Tim Gaze, Mariangela Guatteri, Giancarlo Pavanello, Ivan Pope, Ekaterina Samigulina.

Per iniziativa dell’Archimuseo Adriano Accattino viene dato alle stampe il volume collettaneo, curato da Francesco Aprile e Cristiano Caggiula, Asemic writing. Contributi teorici. Nato dal dibattito attorno all’asemic writing avviato dalla rivista «Utsanga.it» nel mese di giugno 2015, il volume, prima pubblicazione della collana “Studi e scritture di Poesia Visiva Sperimentale” dell’Archimuseo Adriano Accattino, raccoglie voci autorali impegnate negli ambiti delle scritture asemantiche e delle ricerche verbovisive in genere, strutturando una riessione storica e teorica attorno ad un fenomeno di larga diffusione che oggi rivive, grazie anche all’apporto del web, momenti felici dopo le sperimentazioni a largo raggio che avevano già avuto modo di proliferare nei circuiti della verbovisualità fra gli anni Sessanta e Settanta, oltre ad un ritorno di forte circolazione e teorizzazione nel decennio dei Novanta.

Pubblicato in 2018, Libri, Meditazioni | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , ,

Tassonomia di un segno dissidente [Utsanga]

​​In una situazione in cui siamo artificialmente in grado di comunicare a distanza, lavorare su scrivanie e ambienti virtuali, disegnare su lavagne condivise a fusi orari differenti, osservarci da fuori attraverso un altro occhio, arrivare fisicamente in un luogo prima dell’ora di partenza, è così impossibile concepire la coesistenza di uno stato indeterminato del segno? Stato privativo-stato creativo: uno stato indeterminato e non un stato di indecisione rispetto allo stato da assumere.
​​
​​È possibile conoscere, magari intuitivamente, questo stato indeterminato? Di ciò che qui si continua a chiamare, solo per comodità , “segno”, è possibile cogliere un movimento – osservando il creatore nel suo atto istantaneo di morte-creazione – che è il più radicale, fondante dei processi di liberazione?

Leggi tutto [Utsanga.it]

UTSANGA - Riivista di critica e linguaggi di ricerca

Utsanga.it – Issue 20-2019
ISSN 2421-3365
«Utsanga è una rivista di critica e linguaggi di ricerca, guarda alle dinamiche e problematiche del panorama letterario globale, alle commistioni dei linguaggi, alle diverse declinazioni dei linguaggi di ricerca.»

 

Pubblicato in 2019, Meditazioni | Contrassegnato , , , , ,

Editoria e Poesia. Tecniche di liberazione e Benway Series al «Forum Anterem»

Il Forum Anterem, relativo alla 32^ edizione del Premio Lorenzo Montano, si concluderà sabato 16 marzo 2019 con un evento speciale, “Editoria e poesia”, che si terrà presso la Biblioteca Civica di Verona.

A tale evento, oltre ai poeti segnalati e finalisti, sono invitati i loro editori.
[Anterem. Rivista di ricerca letteraria]

Forum Anterem

Biblioteca Civica di Verona, Sala Farinati, via Cappello 43

Sabato 16 marzo 2019 – dalle 13.45 alle 19.00

Agostino Contò, Flavio Ermini, Rosa Pierno, Ranieri Teti vi invitano all’evento speciale e conclusivo del Premio Lorenzo Montano (32^ ed.)


Continua a leggere in: Editoria e Poesia. Benway Series parteciperà al «Forum Anterem». Verona

0796C391-5C32-4710-A881-833ED687E9E9-31838-00001F1866C60389

 

 

Pubblicato in 2019, Eventi, Interventi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Praticare un libro per vedere l’effetto che fa

Un’esperienza meditativa e una pratica sulle Tecniche di liberazione

Il 30 novembre e il 1° dicembre 2018 doppio appuntamento con  Tecniche di liberazione (Tielleci, 2017 – Bewnway Series): a Roma e Città della Pieve.


Assumere oggi un concreto senso di responsabilità nei confronti di un’idea di liberazione significa permettersi di evolvere, di raffinare il proprio apparato percettivo per vedere, ascoltare, sentire – con tutto il corpo che abbiamo – in un modo diverso, ossia al di fuori delle modalità ordinarie, schematiche, impaurite, forse bloccate, con cui filtriamo la realtà.

Continua a leggere

Pubblicato in 2018, Eventi, Interventi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , ,

Teoria&Poesia. Ad esempio:

A cura di Luigi Magno e Giulio Marzaioli

9 novembre 2018, ore 10-17
Università degli Studi Roma Tre
Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture straniere
Sala “Ignazio Ambrogio”

Teoria&Poesia. Ad esempio: è un progetto che presuppone un confronto tra lettore e testo, tra studioso e autore, e che, a partire da tale confronto, intende riflettere sull’individuazione di nuovi strumenti ermeneutici a fronte di nuovi scenari di scrittura. L’incontro fa idealmente seguito ad una giornata che Paolo Giovannetti e Andrea Inglese hanno organizzato a Milano, lo scorso anno, in merito alla verifica dei rapporti che attualmente intercorrono tra teoria e poesia. A tale primo convegno è seguita la pubblicazione del volume Teoria&Poesia (BIBLION edizioni, 2018) che
verrà presentato nel corso dell’incontro romano.

Continua a leggere

Pubblicato in 2018, Eventi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

« Passa-Parole » Performance italo-française de poésie contemporaine

Fabio Gambaro
directeur de l’Institut culturel italien de Paris
est heureux de vous convier à la performance poétique Passa-Parole avec Andrea Inglese, Mariangela Guatteri, Michele Zaffarano, Michaël Batalla, Gilles WeinzaepflenNathalie Quintane.

Jeudi 8 novembre – 19h

Institut Culturel Italien de Paris 50, rue de Varenne, 75007 Paris

Soirée organisée dans le cadre de “Paris en Toutes Lettres“, en collaboration avec la Maison de la Poésie.

Continua a leggere

Pubblicato in 2018, Eventi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , ,

Premio Nazionale Elio Pagliarani EDIZIONE 2018

logo Premio Pagliarani

Lunedì 5 novembre, ore 18.00
Foyer Teatro Valle – Via del Teatro Valle, 21 Roma

Ingresso libero

 

Comunicato Stampa

QUARTA EDIZIONE DEL PREMIO NAZIONALE ELIO PAGLIARANI – 2018

Il Premio Nazionale Elio Pagliarani, che ha lo scopo di promuovere e valorizzare, nello spirito sperimentale del poeta, la scrittura poetica e la ricerca letteraria che dimostrino qualità creative ed espressive originali nell’innovazione linguistica ideato dall’Associazione Letteraria Elio Pagliarani e promosso da un comitato di cui fanno parte tra gli altri la Federazione Unitaria Italiana Scrittori (FUIS), Antonio Calbi e Nevio Vici è giunto alla sua quarta edizione.

Il premio verrà assegnato lunedì 5 novembre, ore 18.00, nella Foyer del Teatro Valle.  Il Premio è articolato nelle sezioni Poesia edita, Poesia inedita, Traduzioni, Premio alla carriera e il nuovo Premio all’innovazione tecnologica e fusione dei linguaggi.

Per la sezione Poesia edita, queste le raccolte finaliste dell’edizione 2018: Tecniche di liberazione di Mariangela Guatteri (Tielleci Editrice), La pura superficie di Guido Mazzoni (Donzelli editore), Cairn di Enrico Testa (Einaudi).

Per la sezione Poesia inedita, le raccolte finaliste sono: Variazioni per occhi che oscillano di Alessandro Burbank, Quattro quarti di Eva Macali e Querencia di Lorenzo Mari.

Quest’anno il Premio alla carriera è attribuito alla scrittrice e poetessa veneziana Carla Vasio che riceverà un’opera dell’artista Gian Maria Tosatti.

I vincitori della sezione Innovazione esporranno le loro opere in uno spazio del Teatro di Roma e presso la Biblioteca Nazionale con un evento di presentazione.

Il premio è una delle attività dell’Associazione letteraria Elio Pagliarani dedicata allo studio della poesia contemporanea.

 

logo teatri romaAltre informazioni nel sito www.premionazionaleeliopagliarani.it

Contatti: premioeliopagliarani@gmail.com

Pubblicato in 2018, Eventi | Contrassegnato , , , , , , ,